Il team Scrum e i ruoli

I ruoli in un team Scrum sono tre: il Product Owner, il Development Team e lo Scrum Master; insieme sono meglio noti come lo Scrum Team. Come già sottolineato in un precedente articolo il team Scrum è auto organizzato e ha al suo interno tutte le competenze utili allo svolgimento dei propri compiti, senza dipendenze da gruppi di lavoro esterni.

Team auto organizzato

Si dice che il gruppo è auto organizzato in quanto ha la facoltà di decidere autonomamente quali strategie mettere in atto per completare il lavoro, piuttosto che essere diretto e organizzato da altri attori al di fuori del team.

Questo modello è stato concepito per massimizzare la produttività, la flessibilità e la creatività, e insieme ai rilasci continui e incrementali assicurano, potenzialmente, che una versione funzionante del prodotto sia sempre disponibile.

Il Product Owner

Il Product Owner ha la responsabilità di massimizzare il ritorno dell’investimento (ROI), identificando le feature del prodotto e assegnando le priorità. Nel caso di prodotti commerciali il Product Owner ha la responsabilità dei profitti o delle perdite generate dal progetto, mentre nel caso di progetti interni ha la responsabilità di massimizzare il ROI attraverso una corretta priorizzazione del Product Backlog, ovvero una lista di attività ordinate in base al valore di business e contenente una breve descrizione di ciascuna funzionalità del prodotto.

Il Product Owner decide quali attività includere nello Sprint in base al valore di business, ma in pratica il termine “valore” può essere talmente soggettivo da essere influenzato dai desideri e le aspettative dei committenti, da strategie e obiettivi, da rischi, benefici e miglioramenti che si intendono apportare al prodotto. In alcuni casi il committente e il Product Owner sono la stessa persona, ciò è valido per esempio in progetti interni. In altri casi può essere un cliente per cui si gestisce lo sviluppo di un prodotto, oppure gli utenti finali.

Il Product Owner è diverso dal tradizionale Product Manager in quanto interagisce attivamente con il team, ne gestisce le priorità e ne esamina il lavoro, piuttosto che delegare tutte le decisioni relative allo sviluppo ad un Project Manager. In ogni team Scrum c’è una sola persona con il ruolo di Product Owner, esiste cioè un unico responsabile per il valore del lavoro svolto.

scrum team agileway

Il Development Team

Il Development Team, chiamato anche semplicemente “Team”, “Feature Team” o in italiano “Team di sviluppo”, costruisce il prodotto e le funzionalità indicate dal Product Owner. Ogni Team è cross funzionale e include tutto l’insieme di skill che sono necessarie allo svolgimento del progetto senza dover ricorrere a team esterni. Come già detto in precedenza il team è anche auto organizzato e gode di un alto livello di autonomia e di responsabilità.

All’inizio di ciascuno Sprint il Product Owner espone le priorità e il team decide su quali attività impegnarsi, facendo il possibile per raggiungere il risultato con le modalità di lavoro che ritiene adeguate.

Il numero ideale per un team Scrum è di sette più o meno due persone e può includere persone con competenze diverse. Non è raro trovare, in questi gruppi, sviluppatori che abbiano capacità su un ampio numero di materie come: analisi, design, test, database, frontend, backend, e così via. In progetti per cui è richiesto un numero più alto di sviluppatori, è possibile organizzare diversi gruppi di lavoro, ciascuno focalizzato su diverse parti del prodotto, ma con continua e stretta collaborazione reciproca.

Il Team non solo sviluppa quanto richiesto, ma dà anche indicazioni e suggerimenti al Product Owner al fine di migliorare il prodotto e renderlo ottimale. In Scrum si ottengono i risultati migliori quando il team è dedicato al 100% sul progetto. Sarebbe meglio evitare, nel limite del possibile, il multitasking e persone allocate su diversi progetti. Team stabili sono spesso sinonimo di produttività alta.

Lo Scrum Master

Lo Scrum Master ha invece il compito di aiutare il team ad essere efficace e a raggiungere gli obiettivi attraverso la pratica di Scrum. Non è un Project Manager o il manager del Development Team, ma una figura chiave nel facilitare il gruppo a risolvere gli impedimenti e nel proteggerlo da ogni rumore esterno durante lo Sprint. Spesso viene definito un “servant leader”, un leader a servizio del proprio team.

Un buon Scrum Master educa e guida l’intero gruppo di lavoro all’uso di Scrum e fa in modo che chiunque, inclusi il Product Owner e il management dell’azienda, ne comprendano e ne seguano i principi e le pratiche. È importante che lo Scrum Master sia appassionato e che lavori energicamente alla risoluzione degli impedimenti che possono compromettere la riuscita di uno Sprint o di un intero progetto.

Ogni team dovrebbe avere uno Scrum Master a tempo pieno, ma in team più piccoli il ruolo può essere assunto da uno dei membri del gruppo che magari dedica parte del suo tempo nell’attività. Il Product Owner non può essere allo stesso tempo lo Scrum Master, dato che a volte capita che lo Scrum Master debba tenere a bada un Product Owner troppo proattivo e insistente. A differenza di un Project Manager, lo Scrum Master non assegna task ai membri del team e non dice loro che cosa devono fare, ma facilita il processo aiutando il team ad auto gestirsi e organizzarsi.

Lettura consigliata


fare il doppio in metà tempo con scrum
Jeff Sutherland

Fare il doppio in metà tempo. Puntare al successo con il metodo Scrum

Formati: Kindle e Copertina rigida, 278 pagine
Editore: Rizzoli Etas
Lingua: Italiano